+ Miuccia – Simons

da | Feb 25, 2022

La sfilata di Prada Fall Winter 2022/23 secondo me si può riassumere in due parole:

più Miuccia Prada meno Raf Simons. La collezione è improntata su quello che possiamo definire l’indole del marchio Prada ossia rigore ed eccentricità.

Prada punta sul lusso con ricami e applicazioni artigianali su capi spalla oversize o sulle gonne genialmente composte da tessuti di diverse pesantezze incluse quelle leggere delle trasparenze, dedicate alla donna che ama la femminilità. Raf Simons si esprime nello street style seguendo la stagione precedente con una canotta bianca aderente e logo triangolare davanti su gonna stretta appena sotto il ginocchio divisa orizzontalmente in diverse combinazioni. La pelle è il centro vitale della collezione a definire un prodotto di un valore intrinseco durevole nel tempo e quindi rivendibile nel mercato del second hand. Non meno cult sono le borse che si distinguono per la nuova forma triangolare o per la lavorazione artigianale con aereografo che scurisce i bordi dei tagli. Anche la calzatura è ricercata punta superaffilata come ci ha già abituato, ma un tacco da texanino di altezza quanto uno a spillo. Il make up pulito Glazed Skin illumina il viso con una luce metallica, anche questo, simbolo di salute benessere ricchezza e lusso. Ciliegina sulla torta la presenza dell’indossatrice transgender Hunter Schafer attrice protagoniosta nella serie TV Euphoria.

Condividi questo articolo

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *